sabato 13 febbraio 2010

Hanno la faccia come il culo/8

Secondo Belpietro, "non ci fosse stato Bertolaso, i terremotati de L'Aquila sarebbero ancora nelle tende o nei container". Invece sono in albergo e L'Aquila, dieci mesi dopo, è in macerie come il giorno del terremoto. In compenso alla Maddalena han buttato 330 milioni per alberghi a cinque stelle con vista sui tir.

Il Foglio affida un commento a un esperto del ramo: Sergio Soave, l'ex dirigente Pds che patteggiò la pena per le mazzette sul metrò milanese, dunque può autorevolmente analizzare le nuove mazzette: "Come si può passare col rosso suonando il clacson quando si trasporta un ferito all'ospedale, così si debbono poter infrangere regole ordinarie quando si fronteggia una situazione straordinaria". Infatti gli appalti riguardano il G8, i Mondiali di Nuoto e i 150 anni dell'Unità d'Italia, tutte situazioni straordinarie, eventi imprevedibili scoperti per caso all'ultimo momento.

(Marco Travaglio)

Nessun commento:

Posta un commento