martedì 9 febbraio 2010

Per il testamento biologico

Riprendo l'iniziativa lanciata da Ignazio Marino in occasione dell'anniversario della morte di Eluana Englaro: fare pressione sulla Camera dei Deputati per l'approvazione di una legge sul testamento biologico.

In calce segue un modello di lettera, da inviare per email al Presidente Gianfranco Fini, in cui si rivendica l'indipendenza dei cittadini nella scelta delle terapie così come sancito dalla Costituzione. Ovviamente si può utilizzare un testo proprio.

Presidente Fini,

sono un sostenitore dell'
appello per il testamento biologico promosso dal senatore Ignazio Marino e da numerose personalità del mondo giuridico, scientifico e culturale italiano.

La legge sulle dichiarazioni anticipate di trattamento, approvata dal Senato, sarà presto all'esame dell'Aula della Camera dei Deputati. Le scrivo per invitarla a non ignorare la mia voce.

Chiedo una legge per il diritto alla salute ma contro l'obbligo alle terapie. Chiedo una legge laica, tracciata nel solco dell'Articolo 32 della nostra Costituzione.

Mi auguro che il suo contributo sia determinante nell'aprire una nuova fase di riflessione e condivisione su un testo che attualmente è contro le evidenze scientifiche e la libertà individuale. Un confronto che consenta di uscire da un'impostazione ideologica, rendendo la legge utile per le persone in modo che ciascuno possa scegliere liberamente a quali terapie sottoporsi e a quali rinunciare.

Nessun commento:

Posta un commento