lunedì 29 giugno 2009

I giovani

I giovani i giovani
sono venuti a cercarmi,
ma io non ero a casa.
I giovani i giovani
sono venuti a cercare
me.
Han sfondato la porta,
han deriso il mio letto-prigione,
mi hanno detto:
cosa fai li dentro?
Ma perché ti nascondi?
Fuori il mondo cammina e va avanti
senza te,
senza te.

Quando lei se ne andò
io decisi che forse era meglio
lasciare la mia porta aperta
e aspettare che l'amore
ritornasse insieme al suo volto
da me.
Ma vennero ladri,
vennero ladri e puttane
a prendersi tutto quello che avevo,
che volete da me?
Io non vi ho mai voluto al mio fianco,
che volete
da me?

Poi un giorno pensai
che forse era meglio gettare
alle ortiche
tutto quanto il passato,
ma chi se ne importa
e lei chissà se ancora ci pensa,
se pensa a me.
Ho aperto i miei occhi,
spalancato le braccia e le gambe
e sentivo milioni di anni,
di sconfitte e del marmo
teso contro la mia povera pelle.

Poi un giorno ancora
due labbra diventarono un sorriso
per me,
e un giorno i giovani
sono tornati ad amare
me,
me.

(Federico Fiumani)

3 commenti:

  1. molto molto bella..disullusa, diretta, malinconica e poi appare un filo di speranza....federico sei tu ?

    RispondiElimina
  2. Purtroppo no, le (poche) cose che scrivo hanno una stellina nel titolo.
    Federico Fiumani è il cantante-leader dei Diaframma, gruppo fiorentino degli anni '80, qui il video più recente del gruppo: http://www.youtube.com/watch?v=lA0RvNrXf-Y.
    Ciao ^^

    RispondiElimina
  3. scusa l'ignoranza..non li conosco..ma vedrò il video....grazie..

    RispondiElimina